Jun 11 2012

Analisi statistico-socio-ironica sull’intelligenza e la stupidità.


by bradsorph

Prefazione

“Il mondo è pieno di scemi”, “la mamma degli scemi è sempre incinta” e altri detti popolari e aforismi, trovano una dimostrazione leggera in questo post.

Scrivo queso a articolo a metà tra la scienza e la scemenza dove ragiono su alcune intuizioni miste a nozioni scientifiche e a testi su cui mi sto documentando. La cosa va presa con il giusto equilibrio tra ironia e serietà.

Il problema è piuttoso complesso, se si analizzano tutti i ‘tipi’ di intelligenza (sarebbe um problema multidimensionale), ma per approssimazione ci affidiamo alla misura più classica e riconosciuta il Quoziente Intellettivo (QI).

L’intelligenza media

Banalmente l’intelligenza media, è data dalla somma del QI x di tutte le n persone presenti sulla terra, diviso n.

Media Aritmetica

Il QI è una misura che ha come valore massimo 150. La media è approssimativamente 100 (largomento è molto discusso ma non ho trovato dati ufficiali più precisi).

Approssimando la popolazione mondiale a 9.000.000.000:

QI Medio

Graficamente:


QI

La distribuzione dell’intelligenza.

Tempo fa ragionando ho pensato che distribuzione dell’intelligenza è Gaussiana, intuizione che ho visto confermata da questo articolo già citato.

Tuttavia, è una approssimazione molto ottimista, infatti l’articolo dice che esistono QI inferiori a 50 non mensionati nel seguente lgrafico:

Gaussiana Intelligenza

Data la funzione Gaussiana:

Gauss

Se applichiamo l’inegrale:

Integrale

Abbiamo ovviamente la totalità della popolazione mondiale (il 100% appunto).

Intuitivamente, riducendo l’intervallo dell’integrale a avalori compresi tra 50 e 150, notiamo che la percentuale più alta della gente, sta nella media.

Abbiamo visto matematicamente, delle considerazioni abbastanza ovvie, tuttavia averne una visualizzazione grafica fa il suo effetto.

 

Conclusioni

Adesso esporrò le conclusioni, che se non supportate dalle precedenti dimostrazioni, potrebbero sembrare altezzose e politically scorrect, ma che a pensarci bene sono anche logiche e piuttosto banali:

  • Il 50% della gente ha una intelligenza inferiore alla media
  • Le eccellenze (ma anche i profili bassi) sono una percentuale esigua.
  • La maggior parte della gente ha un QI vicino alla mediocrità.

Con questo post mi sono solo voluto divertire, magari lo sviluppo e partecipo al Premio IgNobel.

PS: Tutto quello che ho scritto non implica che io mi reputi necessariamente come facente parte di una elite di gente particolarmente sveglia.

Critiche e discussioni bene accette.

Articolo originale


Oct 27 2011

Costruire una radiosveglia virtuale con Linux


by bradsorph

Una radiosveglia virtuale, è stato il risultato di questo mio esperimento. Quando mi capitò di implementarla, alcuni anni fa mi accorsi che era una radiosveglia solo pensandoci su.

Da abitudinario quale sono, la mattina mi svegliavo con il giornale radio delle 8:30. Ho pensato perciò di sfruttare un PC che usavo da server domestico (perciò sempre acceso) per sintonizzarsi la mattina alle 8:30 sulla mia stazione.

Alarm clock

L’mplementazione è stata piuttosto semplice, tant’è che l’ho realizzata appunto, prima di capire cosa stessi facendo.

Quello che serve è:

  • Installare mplayer (player multimediale per Linux a riga di comando )
  • Configurare crontab (crontab è il demone unix che gestisce quello che in windows si chiamano Operazioni Pianificate)

 

Procedimento

  • Installate mplayer con il vostro gestore di pacchetti

Esempio debian/ubuntu e derivate: apt-get install mplayer

Esempio redhat/Fedora e derivate: yum install mplayer

ecc

  • Configurate crontab

Per esempio se volessimo ascoltare nei giorni lavorativi radio capital ogni giorno lavorativo alle 8:30, dovremmo editare il nostro contab tramite il comando crontab -e

E inserire la seguente riga

30     8   *  *   1-5  /usr/bin/mplayer -cache 1024 http://live.mediaserver.kataweb.it/capital

Per l’uso di crontab consiglio di andare qui, o su qualsiasi altro posto in rete che è piena di esempi. Oltre ovviamente al comando  man crontab

Alcune stazioni radio italiane si possono trovare qui.

Basta cambiare l’indirizzo web della radio per scegliere quella che preferiamo.

 

Ah… dimenticavo… per spegnerla mi sa che il metodo più veloce è:

killall mplayer

Buona sveglia!