Feb 10 2011

Toast Machine, Call for artwork!


by pandafunk

Visto che sono un pessimo grafico chiedo a tutti voi artisti digitali una collaborazione creativa: servirebbe qualche bello sfondo di default per la Toast Machine, e se vi avanza tempo anche un logo più carino e scontato di quello attuale :)

Vi spiego meglio.

La versione 2.0 della Toast Machine (che spero di rilasciare tra non molto) introdurrà la possibilità di impostare  wallpaper, posizione e dimensione dell’interfaccia in modalità chiosco.

L’idea è quella di permettere una personalizzazione maggiore proprio attraverso lo sfondo… al momento (versione 0.1) l’interfaccia è solamente centrata nello schermo ed ha una dimensione fissa di 800×600, se ad esempio abbiamo una risoluzione totale di 1024×768 tra lo sfondo non ci resterebbe tanto spazio per mettere una scritta, un logo o un’immagine tramite wallpaper. Nel prossimo rilascio sarà invece possibile impostare -ad esempio- la dimensione dell’interfaccia larga quanto tutta la risoluzione dello schermo ed alta la metà allineandola in alto e realizzare ed impostarvi un wallpaper che mostri nello spazio rimanente quel che si preferisce.

Qualsiasi collaborazione artistica e tecnica è ben accetta -anzi- necessaria! 😉

Sito : http://trinhackria.org/ToastMachine/HomePage
Su Launchpad: https://launchpad.net/toast-machine
Forum di discussione e supporto: http://trinhackria.org/forum/viewforum.php?f=3


Feb 7 2011

Sieve, il linguaggio per filtrare le email


by pandafunk

Sieve è un linguaggio che serve solamente a programmare dei filtri per le email: ha una grammatica molto semplice, pochi comandi, qualche estensione, non ha variabili e cicli, è compilato, è davvero molto sicuro proprio perché il suo ristrettissimo campo d’azione lascia ben pochi spazi alla scrittura di codice malizioso ed il suo migliore amico è deliver, l’LDA di Dovecot (ma va d’accordo anche con altri LDA).

Per chi non lo sapesse l’LDA (Local Delivery Agent) è l’ultimo processo per il quale passa una email, ovvero il processo che si occupa di memorizzarla sul filesystem dentro la giusta casella e nel corretto formato (mbox, maildir, etc, etc). Se l’LDA dispone di funzionalità di filtraggio potrà anche, in base a delle regole globali o per-utente, memorizzarla in una particolare cartella, scartarla o modificarla.

Dovecot, ad esempio, dispone di un plugin Sieve per programmare il suo LDA deliver al filtraggio delle email senza la necessità di dover aggiungere un ulteriore hop installando e configurando software tipo procmail o maildropfilter (le cui regole hanno una sintassi ben più ostica di Sieve!).

Per abilitarlo basta semplicemente aggiungere il plugin alla sezione lda di dovecot.conf:

protocol lda {
mail_plugins = sieve
}

Dovecot andrà a cercare l’esistenza del file .dovecot.sieve nella posizione in cui memorizzerà l’email, ovverlo la mail_location preconfigurata.

Vediamo un semplicissimo script sieve che sposta nella cartella CronDaemon tutte le email originate da Cron:

require "fileinto";

if header :matches "Subject" "Cron <root@*" {
fileinto "CronDeamon";
} else {
keep;
}

Ovviamente è anche possibile impostare script globali che vengono eseguiti solo quando manca lo script utente oppure script che vengono eseguiti prima o dopo lo script utente! Io ad esempio ho impostato uno script globale eseguito prima di quello dell’utente per spostare le email contrassegnate da spamassassin come spam nell’apposita cartella. L’ho messo in /var/mail/sieve.before ed indicato nella sezione plugin di dovecot.conf:

plugin {
sieve_before = /var/mail/sieve.before
}

e contiene

require "fileinto";

if header :contains "X-Spam-Flag" "YES" {
fileinto "Spam";
}

Come potete vedere è molto semplice e non bisogna essere dei guru delle espressioni regolari per smistare la posta!

Ecco qui qualche risorsa più approfondita e dettagliata: